Aruba Cloud Pro

  • Tipologia: IaaS
  • ID Scheda: IA-418
  • Stato corrente: QUALIFICATA
  • Categoria: Compute
  • Azienda fornitrice: Aruba S.p.A.
  • Referente commerciale: Stefano Sordi
  • Data di qualificazione: 17-12-2019 18:04

Descrizione generale del servizio

Aruba Cloud PRO è un servizio Cloud Computing IaaS (Infrastructure as a Service) che permette di creare un'infrastruttura composta da uno o più cloud server, con possibilità di espansione o riduzione in tempo reale a seconda delle esigenze, in modo semplice e senza investimenti iniziali, pagando solo le risorse utilizzate senza sprechi di alcun tipo.

Caratteristiche funzionali del servizio

  • Aruba Cloud PRO è una struttura integrata di hardware e software interamente sviluppata da Aruba che permette di creare, gestire, utilizzare e connettere macchine virtuali di più hypervisor.
  • I Cloud Server Pro sono eseguiti in una serie di cluster che implementano meccanismi di ridondanza. In caso di guasto di una delle parti del cluster, il Cloud Server Pro viene spostato in modo trasparente in un altro host funzionante.
  • Ridondanza e replica: le risorse computazionali e lo storage utilizzano tecnologie di ridondanza e di replica per garantire la massima sicurezza dei dati.
  • Ampia connettività: i Cloud Server Pro sono connessi ad Internet sfruttando l’ampissima banda dei Datacenter Aruba (oltre 62Gb/s).
  • Pannello di gestione: il Pannello di gestione consente di interagire con ogni aspetto tecnico del servizio Aruba Cloud PRO. Il processo di registrazione è semplice e immediato.
  • API: le Application Programming Interface (API), sono uno strumento messo a disposizione dei programmatori, che desiderano gestire in maniera autonoma tutte le funzionalità offerte.
  • Dispositivi mobili: con l'applicazione Aruba Cloud PRO per smartphone / tablet è possibile visualizzare le funzionalità dei data center e svolgere attività su Cloud Server.
  • No overbooking, no overselling: le risorse computazionali e lo storage sono sempre garantiti e riservati all’utente che li acquista.
  • Lo storage dei Cloud Server Pro è una SAN (Storage Area Network) con tecnologia SAS e sistema RAID per garantire il massimo della sicurezza e delle prestazioni. Inoltre, il contenuto della SAN è replicato in modo sincrono in un’unità gemella con le medesime caratteristiche.
  • I Cloud Server Pro possono essere connessi ad Internet tramite IP Pubblici e possono essere collegati anche tra di loro, utilizzando i Virtual Switch, analoghi ad uno Switch fisico in termini di funzionamento, prestazioni e sicurezza. Queste caratteristiche consentono grande flessibilità e potenza alla soluzione Aruba Cloud PRO. Maggiori informazioni sulle funzionalità del servizio sono disponibili nella Knowledge Base dedicata ai cloud server (https://kb.cloud.it/computing.aspx).

Benefici offerti dal servizio

  • Semplicità: Crea ed attiva in un click il tuo data center ed aggiungi e diminuisci risorse quanto e quando vuoi. Con Aruba Cloud Pro gestisci in semplicità singoli Cloud Server e strutture complesse. Puoi anche organizzare operazioni schedulate.
  • Flessibilità: Espandi o riduci la tua struttura; archivia i tuoi server per utilizzi successivi; modifica le caratteristiche delle tue risorse e scegli tra decine di Template e Sistemi Operativi pre-configurati in pochi click. Grazie alla scalabilità del servizio puoi adattare la struttura alle tue esigenze in qualsiasi momento.
  • Economicità: Grazie al sistema 'pay per use' paghi solamente le risorse che utilizzi. Con i Cloud Server Pro di Aruba abbatti gli sprechi ed azzeri gli investimenti iniziali. Grazie alla trasparenza del listino le tue spese per la tua infrastruttura tecnica sono chiare e prevedibili.
  • Senza limiti: Il traffico di rete di ogni Server Pro in ingresso e in uscita è illimitato e incluso nel prezzo. Non verranno mai addebitati costi per la quantità di dati inviati o ricevuti nelle reti interne o esterne da un Cloud Server.

Piattaforma Cloud attraverso la quale è erogato il servizio

VMWare; Aruba Cloud

Cloud Deployment Model

Public Cloud

Specificare altra rete pubblica

  • Altra rete pubblica (specificare) (Attraverso l'utilizzo del servizio aggiuntivo "link ibrido", è possibile connettersi a reti già esistenti (SPC, GARR, dedicata, ecc))

Sono richiesti prerequisiti?

No

Esistono dipendenze?

No

Le dipendenze riguardano servizi Cloud?

No

Eventuali altre dipendenze

  • nessuna dipendenza

Indicare quali delle seguenti modalità di fruizione del servizio sono supportate

  • Web Browser
  • App Mobile

Specificare i browser supportati

  • Explorer (Internet Explorer 11 o superiore)
  • Firefox (Firefox 35 o superiore)
  • Chrome (Chrome 40 o superiore)
  • Safari (Safari 8 o superiore)
  • Opera (Opera 27 o superiore)
  • Microsoft Edge 14 o superiore

Differenze nella fruizione del servizio tra la versione Mobile e la versione Desktop

Per dettagli relativi alle differenze di fruizione del servizio tra la versione Mobile e Desktop si rimanda a :https://www.cloud.it/cloud-computing/interfaccia-smartphone-tablet.aspx

Tempi di attivazione e disattivazione del servizio

  • Tempo di attivazione: alcuni minuti
  • Tempo di disattivazione: alcuni minuti

Modalità e processo di attivazione

Accesso al pannello tecnico e scelta della tipologia e dei parametri del Cloud Server. Per creare un server virtuale Cloud PRO è necessario effettuare l'accesso al pannello di controllo e nella sezione "cloud computing" aggiungere un Cloud Server selezionando la tipologia Cloud PRO quando richiesto. Al termine della creazione è possibile stabilire una connessione (RDP o SSH) e iniziare a usare il cloud server PRO. Per maggiori informazioni: https://kb.cloud.it/computing/creare-e-configurare-un-cloud-server/creare-un-cloud-server-pro.aspx

Modalità e processo di disattivazione

Si può eliminare un Cloud Server Pro in qualsiasi momento e quando lo si desidera. Per poterlo fare è sufficiente spengere il Cloud Server PRO ed eliminarlo direttamente da pannello di controllo. Per maggiori informazioni: https://kb.cloud.it/computing/gestire-un-cloud-server/eliminare-un-cloud-server.aspx

Estrazione dei dati a seguito di disattivazione

Tempi: alcuni minuti Modalità: Si può esportare un Cloud Server Pro in qualsiasi momento e quando lo si desidera. Per poterlo fare è sufficiente spengere il Cloud Server PRO direttamente da pannello di controllo, nella scheda di gestione del Server esportare il disco. Ovviamente l'estrazione è possibile solo se il Cloud ServerPRO è ancora attivo e quindi solo ed esclusivamente prima che sia eliminato. Per maggiori informazioni: https://kb.cloud.it/computing/importare-ed-esportare-un-cloud-server/esportare-un-immagine-disco.aspx

Livelli di servizio garantiti da dichiarare obbligatoriamente

  • Availability (in percentuale): 99.95
  • Support hours: Tutti i giorni, 24 ore al giorno (24/7)
  • Maximum First Support Response Time (in minuti): 15

Canali disponibili per il supporto tecnico

  • E-mail: Disponibile
  • Telefono: Disponibile
  • Sistema di on-line ticketing: Disponibile
  • Web chat: Disponibile
  • Assistenza on-site: Non disponibile
  • Assistenza remota: Non disponibile
  • Eventuale altro canale (specificare): Non disponibile

Tempistiche per la presa in carico e gestione delle segnalazioni

Le richieste di assistenza tecnica tramite portale sono prese in carico e gestite entro 15 minuti. L’ urgenza è valutata dall’operatore che in caso ne alza la priorità.

Documentazione tecnica

La documentazione tecnica a corredo del Servizio è suddivisa per aree tematiche e tratta la gestione del servizio

Formati in cui è disponibile la documentazione tecnica (Selezionare una o più voci dall'elenco)

  • Disponibile e navigabile su Web (https://kb.cloud.it/computing.aspx; http://pubs.vmware.com/vcd-820/index.jsp?lang=it)

Elenco delle lingue in cui è disponibile la documentazione

  • Italiano
  • Inglese
  • Francese
  • Spagnolo
  • Tedesco
  • VMware vCloud Director:
  • - Giapponese
  • - Coreano
  • - Cinese semplificato
  • - Cinese tradizionale
  • KB Cloud:
  • - Ceco
  • - Ungherese
  • - Polacco

Scalabilità del servizio

  • E' prevista la scalabilità del servizio:
  • La scalabilità del servizio è di tipo automatico: No

Modalità e condizioni previste per la scalabilità del servizio

Dal "pannello di controllo Cloud" è possibile, in ogni momento, aumentare e diminuire le risorse desiderate.

Strumenti di monitoraggio delle risorse a consumo associate al servizio, dei costi e della qualità del servizio

Presente una pagina sul pannello di controllo per monitoraggio consumi e risorse. Vengono esposti al cliente i costi addebitati associati alle risorse erogate e l'erosione del credito posseduto.

Metriche e statistiche disponibili

Costi e spazio, availability

Report disponibili

Report disponibilità del servizio; Report periodico inviato al cliente con cadenza mensile.

Elementi che concorrono alla determinazione del prezzo (parametri)

Nome parametro Unità di misura Quantità minima
Parametro 1 CPU Virtuali Numero 1
Parametro 2 RAM GB 1
Parametro 3 Spazio Disco GB 1

Prezzo base del servizio

  • Prezzo base in euro (in euro): 0.023
  • Eventuale costo di attivazione (in euro): 0

Altre condizioni

Da 0,023 €/ora Costo di attivazione: 0,00 € Pagamento orario, Prestazioni garantite, hardware ridondato, scelta CPU/RAM/HD libera, 49 Template/OS, Storage di tipo SAN ridondata, disponibilità fino a 5 IP Pubblici, Ipv6 classe/64 per ogni IPv4, protezione anti-DDoS, 3 schede di rete, rete privata, traffico dati (in/out) illimitato, 1 sonda gratuita per monitoraggio uptime.

Monitoraggio dello stato del servizio e notifiche

  • E' disponibile il monitoraggio in tempo reale dello stato del servizio?:
  • Sono disponibili delle notifiche via SMS/email per gli eventi di indisponibilità del servizio?:

API di tipo REST/SOAP disponibili per il servizio

  • E' disponibile l'endpoint SOAP (https://api.dc1.computing.cloud.it/WsEndUser/v2.9/WsEndUser.svc • https://api.dc1.computing.cloud.it/WsCommon/v2.9/WsCommon.svc • https://api.dc1.computing.cloud.it/WsLicense/v2.9/WsLicense.svc)
  • Sono presenti meccanismi di autenticazione per le API (Le API sono protette con account e password )
  • Viene fornita la documentazione delle API in formato Web (https://docs.computing.cloud.it/api/WsEndUser/; https://kb.cloud.it/computing.aspx (per utente))

Funzionalità invocabili tramite API di tipo SOAP/REST

Ottenere informazioni sulle impostazioni di configurazione dei datacenter (GetDatacenterConfigurations) Ottenere una lista degli hypervisor disponibili e dei template associati a ciascun hypervisor (GetHypervisors) Ottenere la lista dei Template disponibili con le relative risorse configurabili (GetHypervisors) Ottenere una lista di oggetti di classe VirtualDataCenter (GetVirtualDatacenter) Conoscere il dettaglio dei costi per ogni singola componente del virtual datacenter (GetVirtualDatacenterCost) Verificare il credito associato all'account specificato in fase di autenticazione (GetCredit) Ottenere una lista di oggetti di classe Job (GetJobs) Ottenere la lista dei Job attivi per il server indicato (GetServerDetails) Ottenere la lista dei messaggi di log generata nel periodo richiesto (GetLogs) Ottenere l'elenco delle notifiche relative all'utente tipo licenze acquistabili, promozioni, novità, ecc. (GetNews) Segnalare una News come già letta in maniera tale da non ripresentarla all'utente (SetReadNews) Creare un server virtuale specificando le caratteristiche delle varie risorse di cui si compone (SetEnqueueServerCreation) Ottenere i pacchetti preconfigurati (GetPreconfiguredPackages) Accodare un'operazione (Job) di startup del server virtuale (SetEnqueueServerStart) Spegnere il server come se si staccasse la corrente (SetEnqueueServerPowerOff) Spegnere il server tramite comandi da sistema operativo (SetEnqueueServerStop) Accodare un'operazione (Job) di cancellazione del server virtuale (SetEnqueueServerDeletion) Riservare all'account specificato il primo indirizzo IP pubblico libero (SetPurchaseIpAddress) Rimuovere l'indirizzo IP specificato, se associato all'account con cui si effettua la chiamata al metodo (SetRemoveIpAddress) Ottenere una lista di oggetti di classe IPAddress che rappresentano gli indirizzi IP acquistati (GetPurchasedIpAddresses) Acquistare una VLan denominata (SetPurchaseVLan) Rimuovere la VLan specificata (SetRemoveVLan) Recuperare la configurazione della VLan (GetPurchasedVLans) Ottenere i listini prezzi orari applicati all'account specificato in fase di autenticazione (GetPriceList) Conoscere il dettaglio dei costi orari e mensili ed effettuare proiezioni per ogni singola componente del virtual datacenter (GetVirtualDataCenterCost) Modificare le risorse di un server virtuale, specificando le caratteristiche delle risorse che sono cambiate (SetEnqueueServerUpdate) Accodare un operazione (Job) di gestione di un disco virtuale (SetEnqueueVirtualDiskManage) Modificare il nome col quale il server viene visualizzato (SetRenameServer) Associare a network adapter uno o più IPAddress riservati all'account indicato in fase di autenticazione (SetEnqueueAssociateIpAddress) Disassociare a network adapter uno o più IPAddress riservati all'account indicato in fase di autenticazione (SetEnqueueDeassociateIpAddress) Associare una scheda di rete ad uno Switch Virtuale (SetEnqueueAssociateVLan) Associare un virtual switch al nostro server (SetEnqueueAssociateVLan) Rimuovere l'associazione di una scheda di rete da uno Switch Virtuale (SetEnqueueDeassociateVLan) Eseguire un'operazione di creazione, ripristino o cancellazione di uno snapshot dei dischi di un server virtuale (SetEnqueueServerSnapshot) Aggiungere, modificare oppure cancellare le note associate al server virtuale specificato (SetChangeNoteServer) Accodare un'operazione (Job) di archiviazione del server virtuale (SetEnqueueServerArchiviation) Accodare un'operazione (Job) di ripristino di un server virtuale archiviato (SetEnqueueServerRestore) Associare alcuni indirizzi IP ad una scheda di rete (SetEnqueueAssociateIpAddress) Rimuovere l'associazione degli indirizzi IP da una scheda di rete (SetEnqueueDeassociateIpAddress) Creare un account FTP (SetEnqueueCreateFTPAccount) Modificare la dimensione dello spazio FTP dell'utente (SetEnqueueResizeFTPAccount) Ottenere le credenziali di accesso (GetPurchasedFTP) Ottenere una lista di oggetti di classe CustomVirtualDisk che rappresentano i dischi virtuali importati nell'area di FTP (GetCustomVirtualDisks) Esportare un disco virtuale (SetEnqueueVirtualDiskExport) Montare un immagine ISO su una macchina virtuale (SetEnqueueMountDvdIso) Smontare un immagine ISO da una macchina virtuale (SetEnqueueUnmountDvdIso) Effettuare la formattazione della macchina virtuale (SetEnqueueReinitializeServer) Acquistare una licenza specificando la licenza madre con le relative licenze Addon e le quantità corrispondenti (SetEnqueuePurchasePleskLicense) Rimuovere una licenza, se associato all'account con cui si effettua la chiamata al metodo (SetRemoveLicense) Ottenere le informazioni di dettaglio sulle licenze acquistate dall'utente (GetPurchasedLicenses) Ottenere la lista delle licenze acquistabili (GetAvailableLicenses) Leggere le operazioni schedulate (GetScheduledOperations) Leggere le istanze eseguite delle operazioni schedulate (GetScheduleOccurrences) Aggiungere un'operazione schedulata (SetAddServerScheduledOperation) Aggiungere un'operazione schedulata ricorrente (SetAddServerScheduledOperation) Modificare un'operazione schedulata ricorrente (SetUpdateServerScheduledOperation) Sospendere un'operazione schedulata ricorrente (SetUpdateServerScheduledOperation) Eliminare un'operazione schedulata (SetRemoveServerScheduledOperation) Mostrare tutti gli storage acquistati da un account (GetSharedStorages) Acquistare un network storage (SetEnqueuePurchaseSharedStorage) Modificare la dimensione di uno storage (SetEnqueueModifySharedStorage) Eliminare un network storage (SetEnqueueRemoveSharedStorage) Modificare il nome di un network storage (SetRenameSharedStorage) Ottenere la lista dei bilanciatori (GetLoadBalancers) Creare un bilanciatore di carico (SetEnqueueLoadBalancerCreation) Avviare un bilanciatore (SetEnqueueLoadBalancerStart) Modificare il nome di un bilanciatore e il parametro "health check notification agreement" (SetModifyLoadBalancer) Spegnere un bilanciatore (SetEnqueueLoadBalancerPowerOff) Eliminare un bilanciatore (SetEnqueueLoadBalancerDeletion) Ottenere la statistica del carico di lavoro di un bilanciatore (GetLoadBalancerLoads) Ottenere la lista delle statistiche di una regola del bilanciatore (GetLoadBalancerRuleStatistics) Aggiungere una regola al bilanciatore (SetAddLoadBalancerRule) Rimuovere una regola del bilanciatore (SetRemoveLoadBalancerRule) Aggiungere un indirizzo IP al bilanciatore (SetEnqueueLoadBalancerAddInstances) Rimuovere alcuni indirizzi dal bilanciatore (SetEnqueueLoadBalancerRemoveInstances) Ottenere la lista delle notifiche da inviare relative ad un bilanciatore (GetLoadBalancerNotifications) Aggiungere un contatto al bilanciatore (SetAddLoadBalancerContacts) Rimuovere dei contatti dal bilanciatore (SetRemoveLoadBalancerContacts) Recuperare la lista dei template personalizzati attivi creati dell'utente (GetAvailablePersonalTemplates) Creazione di un nuovo template personalizzato a partire dal disco primario di un Cloud Server attivo sul sistema (SetEnqueuePersonalTemplateCreation) Aggiornare gli attributi del personal template creato (UpdatePersonalTemplate) Rimuovere un personal template creato da un utente (SetRemovePersonalTemplate) Ottenere la lista delle richieste di assistenza inserite dall'utente in un intervallo temporale (GetUserAssistanceRequests) Inserire una richiesta di assistenza (SetInsertAssistanceRequest) Modificare una richiesta di assistenza (SetUpdateAssistanceRequest) Inviare una precedente richiesta inserita nello stato di "draft" al team di assistenza (SetSendAssistanceRequest) *Ottenere tutte le informazioni circa una richiesta di assistenza (GetAssistanceRequestDetails) Accettare o rifiutare una quotazione elaborata dal team di assistenza (SetAssistanceQuotationAcceptance) Ottenere l'elenco dei Private Cloud acquistati (GetPurchasedPrivateClouds) Conoscere gli attributi di un Private Cloud (GetPrivateCloudResourcesTypes) Acquistare un Private Cloud (setEnqueuePurchasePrivateCloud) Modificare il nome, la descrizione, il numero di telefono e l'email di un Private Cloud (SetModifyPrivateCloud) Modificare la quantità di risorse di un Private Cloud (SetEnqueueModifyPrivateCloudResources) Cancellare un Private Cloud (SetEnqueuePrivateCloudDeletion) Attivare un Private Cloud (SetEnqueuePrivateCloudActivation) Ritorna una lista di lingue con cui l'utente può chiedere assistenza (GetAssistanceLanguages) Recupera la compagnia in base ai parametri dell'URL (GetCompanyByUrl) Ritorna il dettaglio del template disponibile nel singolo Hypervisor (GetHypervisorDetails) Ritorna i differenti tipi di Hypervisor (GetHypervisorTypes) Ritorna una lista di immagini Iso disponibili (GetIsos) Recupera la configurazione del network adapter per il server specificato (GetNetworkAdapterConfiguration) Recupera il dettaglio del Private Cloud acquistato (GetPurchasedPrivateCloudDetails) Ritorna la lista di tipi di scheduler (GetSchedulerDataTypes) Recupera i log delle operazioni schedulate per un dato server (GetServerSchedulesLogs) Ottiene una lista di server per l'utente specificato (GetServers) Mostra le statistiche d'uso per le risorse di un dato server (GetSystemStatusHistory) Ritorna la lista di attributi associati al template (GetTemplateCategories) Ritorna il dettaglio di un dato template (GetTemplateDetails) Produce il token e lo associa all'utente chiamante (GetUserAuthenticationToken) Ritorna informazioni relative all'utente (GetUserInfo) Aggiunge una visualizzazione grafica del virtual data center dell'utente (GetVDCGraph) Imposta visualizzazione grafica del virtual data center dell'utente (SetAddVDCGraph) Aggiunge IQN ad un Network Storage (SetEnqueueAddIQNSharedStorage) Rimuove IQN ad un Network Storage (SetEnqueueRemoveIQNSharedStorage) Produce un operazione di reset del server virtuale specificato (SetEnqueueServerReset) Produce un riavvio del server virtuale specificato (SetEnqueueServerRestart) Assegna un nuovo nome con l'account specificato in autenticazione (SetRenameVLan) Permette l'aggiornamento degli attributi del personal template (SetUpdatePersonalTemplate) Aggiorna la visualizzazione grafica per il virtual data center (SetUpdateVDCGraph)

Formati in cui è possibile estrarre i dati

In caso di Cloud Server PRO su Hypervisor VMware sono gestibili files .vmdk. In caso di Cloud Server PRO su Hypervisor Hyper-V sono gestibili files .vhd. Per maggiori informazioni: https://kb.cloud.it/computing/importare-ed-esportare-un-cloud-server/disco-virtuale-formati-accettati.aspx

Estrazione e formati di altri asset (in seguito a disattivazione)

Se ci si riferisce ad asset quali Log su operazioni relativi al Cloud Server PRO sono consultabili direttamente nel pannello di controllo.

Specificare il tipo di accesso disponibile alle risorse virtuali

  • Accesso tramite SSH
  • Accesso tramite RDP

Meccanismi di autenticazione supportati dal servizio

  • 1) Utente/password 2) LDAP fornito dal cliente 3) SAML

Meccanismi avanzati di autenticazione

  • Disponibilità dell'autenticazione a '2 fattori': No
  • Possibilità di configurazione/customizzazione dei meccanismi di autenticazione:

Controllo dell'Acquirente sulla gestione dei dati

  • L'Acquirente ha la possibilità di scegliere la localizzazione dei siti in cui verranno memorizzati e processati i dati?: No
  • L'Acquirente ha a disposizione procedure per la cancellazione permanente dei dati?:

Fornire le informazioni di dettaglio circa gli aspetti del servizio che sono conformi alla normativa (europea e italiana) in materia di protezione dei dati personali ed in particolare al GDPR e eventuali codici di condotta

1. Storage ridondato e replicato: Block storage ridondato su disco SSD con replica su data center diversi. 2. Network ridondato: L’infrastruttura di rete è completamente ridondata per garantire il funzionamento della rete in caso di guasto. 3. Snapshot del server virtuale: Possibilità di creare copie della macchina virtuale in un dato punto 4. Conforme al codice CISPE: Il marchio di garanzia sancisce la conformità al Codice di Condotta CISPE e garantisce la libertà di archiviare ed elaborare i dati all'interno dello Spazio Economico Europeo. 5. 2-factor authentication: Possibilità di accedere al Pannello di Controllo tramite un doppio sistema di autenticazione. 6. Scegli tu dove mettere i dati: Possibilità di scegliere l’infrastruttura dove attivare il proprio servizio nel network di Data Center Aruba Cloud in Italia.

Terms & Conditions

  • Dichiaro che non è occorso altro evento che abbia modificato il rispetto dei requisiti di cui all'allegato "A" alla presente circolare.